In molti si chiedono quale sia la città più popolosa d’Italia; viene subito da pensare che il record possa essere detenuto da una delle due principali città italiane cioè Roma o Milano.

Ebbene, Roma batte Milano per più di un milione di abitanti!

La differenza è netta, ma se si confrontano le superfici delle due città tenendo conto del solo comune e non dell’hinterland, Milano ha una popolazione più concentrata di tre volte e mezzo rispetto alla rivale.

Non solo Roma è la città più popolosa d’Italia ma è la quarta in classifica per numero di abitanti in Europa. Anche per quanto concerne la lucidatura marmo, la capitale d’Italia rappresenta uno dei centri urbani con più costruzioni antiche (se non storiche) realizzate con questo materiale.

Per quanto riguarda le regioni più popolose, nonostante la Sicilia sia la regione più grande d’Italia, è la Lombardia a detenere il record per il maggior numero di abitanti seguita da Campania, Lazio e solo al quarto posto la Sicilia.

Dati e statistiche

Altro dato interessante quello della percentuale tra maschi e femmine: le femmine sono più dei maschi ma non in percentuale così elevata come si potrebbe pensare: in Italia sono presenti il 51,66% delle femmine mentre la restante percentuale del 48,34% è detenuta dai maschi.

La popolazione residente totale in base all’ultimo censimento del 2011 è di 59.464.644 abitanti dei quali 3.769.518 sono stranieri, presenti in gran parte nell’Italia nord-occidentale ma con incrementi maggiori rispetto al 2001 nell’Italia nord-orientale.

Il comune d’Italia meno popoloso è Pedesina (SO) con soli 30 abitanti; il più affollato è Portici (NA) con 12,311 abitanti ogni Km2 mentre il meno affollato è Brigata Alta (CN) con 0,9 abitanti ogni Km2.
Passiamo ora ad altre curiosità sulle città e regioni italiane: qual’è la città più inquinata?

Secondo i dati ISTAT, Torino è la città che ha superato più volte nell’arco del 2011 i limiti di PM10 detenendo così il record negativo di città più inquinata d’Italia.

Tra quelle che hanno superato meno volte il limite rispettando i vincoli legislativi, quindi le città con la valutazione migliore, troviamo Genova, Catania e Bari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *