Categoria: Europa

Resta in Europa: 4 esperienze di viaggio davvero originali

Nessuna meta ancora sconosciuta, nessun angolo di mondo lontano, sono proprio nelle più famose città europee alcune chicche recentemente scoperte da HomeToGo. Si tratta alloggi in grado di offrire al viaggiatore soluzioni alternative, molto originali e talvolta un po’ bizzarre per un soggiorno tutt’altro che banale.

La prima rarità si trova in Finlandia, nella città di Kemi. Qui le temperature si registrano sotto lo zero a due cifre e il giorno, specialmente in inverno, è decisamente breve. In un paesaggio innevato e fiabesco, però, sorge proprio un castello di neve, la cui struttura è interamente ricavata nel ghiaccio. Trascorrere una notte al suo interno è il sogno dei più piccoli, e, chi sa, forse anche dei grandi. Ad un prezzo abbordabile che si aggira intorno ai 120€ per notte, i visitatori potranno godere di bellissimi giochi di luce a contrasto su un panorama bianco ottico. Qualcosa di magico.

Anche nella nota capitale francese, è possibile optare per qualcosa di diverso dal solito. A catturare l’attenzione è stato proprio uno studio di registrazione, in stile vintage, perfetto per i viaggiatori con l’anima da vera rockstar. Nell’originale alloggio batterie, chitarre e mixer garantiscono un’atmosfera unica dove chiunque può raggiungere la nota giusta. Nel cuore di Parigi, è l’occasione perfetta per guardare dietro le quinte ed immedesimarsi nei panni di grandi musicisti. Per gli standard parigini il prezzo di questo “appartamento” è moderato: 90€ a notte (164€ per una doppia), il che rende questa esperienza particolarmente appetibile.

Dalla musica al cinema rimanendo a Parigi: ancora qui per trascorrere una notte in un ambiente ricco di fascino sugli Champs-Elysées. Acquistando un biglietto d’ingresso al cinema privato L’Etoile Club al modico prezzo di 1518€ (si fa per dire), è infatti possibile alloggiare in questo antico teatro in stile italiano ora moderno e confortevole cinema. Un modo originale per conciliare la passione per la settima arte e la voglia di visitare Parigi.

Dalla Francia alla Gran Bretagna, per chi vorrebbe visitare Londra o per chi lo ha già fatto ma vorrebbe tornare. Quest’ultima chicca è un’ex fabbrica di scarpe completamente ristrutturata in cui è possibile alloggiare al prezzo di 292 € a notte. Si tratta di un loft luminoso di oltre 1000 metri quadrati caratterizzato dai tipici mattoncini rossi e da ricercate finiture che ne ricordano il precedente utilizzo. La sua posizione viene incontro a tutti i visitatori, permettendo di raggiungere il vivo centro della capitale londinese comodamente, così come di esplorare i vari mercatini e parchi nei quartieri limitrofi. Un alloggio dal gusto retrò per il prossimo viaggio nella capitale britannica.

Quattro proposte in grado di accontentare i viaggiatori più diversi: da una romantica notte in un cinema parigino ad una dal sapore retrò a Londra, per i più temerari la Finlandia e per le vere rockstar ancora Parigi.

Come cambiano i prezzi negli hotel in europa?

Ecco come cambia il barometro delle tariffe secondo la ricerca hotel.info. I prezzi dell’alberghiero sfiorano il +6% a livello internazionale, l’Italia resta ferma.

In seguito alla netta risalita dell’indicatore per il clima economico mondiale, secondo i risultati del WES (World Economic Survey)* del 1° trimestre 2011, hotel.info presenta la propria classifica aggiornata sull’andamento delle tariffe alberghiere di febbraio 2011, su un bacino di oltre 210mila alberghi in tutto il mondo. Sia la situazione attuale che le prospettive dei prossimi cinque e sei mesi vengono di nuovo stimate in positivo. Ciò è indice di una situazione economica mondiale più forte che si estende anche al settore alberghiero, poiché l’elevata domanda di camere da parte di viaggiatori d’affari e vacanzieri fa salire i prezzi in molte metropoli internazionali, con un aumento medio del +5,89%, ma anche in alcune città italiane.

hotel.info, il servizio di prenotazione alberghiera online gratuito per oltre 210mila alberghi in tutto il mondo, ha determinato con un sondaggio sulle tariffe alberghiere, a febbraio 2011, le località dove le camere sono particolarmente convenienti e in quali grandi città invece gli ospiti devono spendere maggiormente.

Milano resta di gran lunga la metropoli più cara per il settore alberghiero in Italia, invece le camere a Napoli risultano ancora le più convenienti. Mosca e Sydney sono decisamente le città internazionali più costose mentre Bangkok si conferma la metropoli più a buon mercato.

Mercato italiano

Con 122,18 euro Milano resta ai vertici della classifica nazionale. Rispetto al mese precedente si registra il +6,2%, un aumento dei prezzi al quale hanno contribuito in febbraio anche le partite in casa di Inter e Milan per gli ottavi di finale della Champions League. Gli albergatori della città universitaria e portuale di Bari hanno chiesto in media 102,60 euro a notte per camera e quindi una tariffa leggermente più elevata rispetto ai colleghi della città eterna. Roma infatti, polo d’attrazione per milioni di turisti, si colloca al terzo posto della classifica con 99,06 euro.

Molto interessante risulta in questo momento una visita alla città di Torino per due motivi. Da un lato le tariffe alberghiere sono scese di circa il -5,33% rispetto al mese precedente, attestandosi su una media di 85,99 euro. Dall’altro lato la città organizza numerose celebrazioni dal titolo “Esperienza Italia” per l’anniversario dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Anche Catania offre tariffe agevolate a chi è in cerca di un albergo. Rispetto a febbraio 2010 i prezzi sono diminuiti in media del -14,89%, attestandosi su 77,34 euro. In ogni caso, secondo l’analisi di hotel.info, la città più economica è Napoli: gli albergatori della città più affascinante e controversa d’Italia si accontentano in media di 74,42 euro.

Mercato internazionale

Il settore alberghiero di molte metropoli internazionali ha beneficiato di tariffe più elevate. Stoccolma è la città che ha mostrato il salto tariffario maggiore (+26,59% con una media di 153,47 euro per camera) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il campionato mondiale di palla a mano, che si è tenuto in Svezia all’inizio dell’anno, potrebbe aver influito sull’andamento delle tariffe. Tuttavia la metropoli più costosa del mondo in termini alberghieri è ancora Mosca. Già a febbraio 2010 e poi a gennaio di quest’anno gli albergatori della capitale russa si sono collocati al vertice della classifica. Rispetto all’anno scorso i clienti devono spendere ancora di più, in media il +8,3% in più, ovvero 178,50 euro per una camera nella più grande città europea. Il settore alberghiero di Sydney non si discosta molto da questo valore. A febbraio di quest’anno gli ospiti hanno potuto soggiornare in questa città a una tariffa media di 170,44 euro, con un aumento del +12,64 rispetto all’anno precedente.

Chi cerca una camera d’albergo nella capitale italiana invece può ritenersi fortunato. Come descritto sopra gli albergatori a Roma si accontentano di una tariffa media pari a circa 100 euro a camera (-3% rispetto all’anno precedente). Roma risulta così particolarmente economica nel confronto internazionale. Le tariffe delle camere d’albergo continuano ad essere molto economiche a Bangkok. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, gli ospiti possono beneficiare di un’ulteriore tariffa ribassata, in media del -2,7%, e pernottare qui a circa 55,00 euro di media.